Attualità e Opinioni
Montepaschi di Siena

Montepaschi di Siena, e come al solito tutti quei miliardi li paga Pantalone

L’ultima grande battaglia politica e finanziaria di quest’anno è il salvataggio del Montepaschi di Siena, per il quale servono una montagna di soldi, ovviamente pubblici.

Ormai sappiamo tutti che lo Stato ha dovuto compiere la complessa operazione del salvataggio del Montepaschi di Siena. Ne  parliamo ancora perché, dopo che tutto sembrava chiarito, è arrivata una richiesta al Governo italiano da parte della Banca Centrale Europea: non bastano i 5 miliardi, che già erano stati chiesti invano dalla dirigenza della Banca senese al mercato per ricapitalizzare la banca, ma ci vuole molto di più, perché la manovra dovrà essere di 8,8 miliardi di euro. Una cifra enorme che lo Stato dovrà sborsare.

Soldi pubblici per salvare il Montepaschi di Siena.

Il problema è capire non solo quanto i piccoli risparmiatori, i piccoli azionisti e gli obbligazionisti saranno garantiti, ma anche quanto costerà tutta questa operazione al cittadino che nulla ha a che fare con il sistema bancario e tanto meno con Mps. Inoltre, molti sono i dubbi sulla trasparenza che ci sarà del vero esborso da parte dello Stato.

Il Tesoro ribadisce con fermezza che i 20 miliardi di euro del fondo salva banche, stanziati dal Governo alla vigilia di Natale, sono ampiamente sufficienti per far fronte a qualsiasi esigenza, come quella sollevata dalla BCE. Ed il rilievo, fatto dal Ministero del Tesoro italiano nei confronti della massima istanza monetaria dell’Eurozona, è di quelli che fanno capire che non c’è sintonia, che c’è anche un po’ di irritazione per il fatto che la BCE abbia voluto alzare l’asticella fino a 8,8 miliardi di necessità potenziale per la ricapitalizzazione e quindi per il salvataggio del Montepaschi di Siena.
Ma è chiaro che adesso tutti siamo dalla parte della ricapitalizzazione, dell’intervento dello Stato, del ruolo del Governo. Bisognerà però capire che possibilità c’è che questi soldi pubblici tornino indietro.

Dovranno pagare i responsabili, non i cittadini.

Oltretutto, ci saranno anche dei responsabili che hanno portato il Montepaschi di Siena ad avere questo buco; si spera che qualcuno faccia delle indagini per arrivare a capire chi ha combinato tutto questo.
Ma che hanno fatto fino ad oggi gli Organi di Vigilanza, come la Consob e la Banca d’Italia, ma anche il Governo italiano ed i vertici del Mps? Nessuno che si assuma una qual responsabilità. Insomma, c’è da credere che siamo di fronte ad una manica di incapaci (e forse anche di disonesti).
Di sicuro c’è che la crisi di questa banca è già costata miliardi di euro al mercato, senza contare le perdite che molti risparmiatori hanno subito. Il salvataggio da parte del Governo costerà altri miliardi ai cittadini italiani, ovvero come sempre paga Pantalone, cioè il popolo, il più debole.

1 Comment Posted

  1. Troppi soldi pubblici sversati per nulla. Questi fra 10/11 mesi saranno ancora a chiedere l’obolo di qualche miliardo. Visto che e’ la banca piu’ vecchia, come diceva il pierino, ROTTAMIAMOLA, avremmo solo da guadagnare e sul mercato non ci sarebbe piu’ una banca Incapace.

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*


*

Inline
Inline